Kung Fu & Shaolin

Kung fu sett

 

Il termine Kung-Fu significa letteralmente “esercizio eseguito con abilità” ma, per noi occidentali, è diventato sinonimo dell’arte marziale cinese praticata da grandi maestri come Bruce Lee e Jackie Chan. Il termine Kung-Fu abbraccia tutte le scuole di arti marziali della Cina. Molte scuole e molti stili sono andati persi nel corso degli anni, molte tecniche sono state assimilate ed adattate da diverse scuole incrementando così il proprio bagaglio marziale.

Lo Shaolin è il Kung-Fu praticato dai monaci nel tempio di Shaolin. Si dice che i monaci di questo tempio fossero imbattibili nella lotta perché avevano armonizzato ed affinato in maniera eccezionale le proprie tecniche, corpi e spiriti. Lo Shaolin non è solamente una forma di autodifesa o di combattimento; è soprattutto uno stile di vita. Il praticante impara il controllo del corpo, della mente e delle emozioni, allena corpo e mente assieme, dato che sono una cosa unica e uno influenza l’altro e viceversa. Pratica la pazienza: le tecniche vanno apprese con calma. Sviluppa lo spirito di gruppo: molte tecniche vanno fatte in coppia e sono belle ed efficaci solo se la coppia lavora in armonia. Impara il rispetto verso se stesso e gli altri.

Lo Shaolin insegna ad essere forti, ma a non usare la propria forza per far del male agli altri; un vero praticante di arti marziali è talmente sicuro delle sue capacità che non lo sfiora neppure il pensiero di usarle per recare danno a qualcuno. Studiando lo Shaolin si imparano una molteplicità di tecniche sia a mani nude che con le armi. L’essenza del Kung-Fu Shaolin è eseguire più tecniche potenti e veloci nel minor tempo possibile concatenandole armonicamente e circolarmente. Le tecniche sono le più varie: leve articolari, parate, pugni, proiezioni, cadute, spazzate, calci, prese. All’inizio si studiano le posizioni di base e le prime tecniche di pugno e parata, che sembrano semplici ed immediate, ma sono oggetto di studio anche per un atleta esperto se vuole realmente comprenderne l’efficacia e la dinamicità. Successivamente si passa ad imparare le “forme”, ossia un insieme di tecniche codificate studiate per allenare il corpo e la mente alla lotta contro più avversari immaginari che ci stiano attaccando. Gli Shaolin, questo è il nome delle “forme”, rappresentano figurativamente e nell’esecuzione 5 animali: la tigre, il drago, il ghepardo, il serpente e l’aquila. Le armi principalmente usate sono: i bastoni corti o lunghi, le sciabole, la spada, la lancia, anche se le armi in realtà sono una trentina.

Lo Shaolin è calma, è potenza, è pace, è saggezza.

 

Lunedì e Mercoledì – Ore 17.00-18.00 (bambini)

Lunedì e Mercoledì – Ore 18.00-19.00 (ragazzi)

Istruttore Lorenzo La Marca

 

Torna all'inizio